• Vuoi autenticarti? [ Accedi ]
  •  

    A cosa serve la rete?

    La rete informatica didattica dell'ISIS "Zanussi" di Pordenone permette la condivisione di risorse su circai 270 computer ad essa collegati. L'amministrazione della rete è affidata ad un i.t.p., Alberto Astolfi, in orario extrascolastico, e ad un gruppo di lavoro costituito da alcuni assistenti tecnici dell'istituto.

    La rete locale permette la condivisione delle seguenti risorse su tutti i computer collegati ad essa:

    • l'accesso ad Internet ed ai suoi servizi, compreso il sito dell'istituto, all'indirizzowww.isiszanussi.gov.it;
    • l'impiego di stampanti in rete;
    • l'accesso a cartelle comuni per lo scambio e la condivisione di dati e informazioni (cartelle a livello di istituto, di dipartimento e di classe);
    • l'impiego di cartelle per la memorizzazione dei lavori svolti durante l'attività didattica;
    • l'accesso ai documenti salvati sul desktop e sulla cartella "documenti" che segue l’utente nei propri spostamenti da una macchina all’altra;
    • la protezione dei documenti inseriti grazie a politiche comuni di sicurezza,
    • lo scambio di informazioni anche attraverso gli strumenti impiegati in Internet;

     

    Dove arriva la rete?

    Tutti i laboratori dell’istituto sono collegati alla rete locale didattica: lab. polifunzionale 1, lab. moda (polifunzionale 2), aula computer elettronici, aula automazione 1 e 2, lab. domotica, lab. scienze, lab. fisica, aula integrazione, aula CAD 1, aula CAD 2, aula CAD 3, lab. termici, computer presenti nella biblioteca, nelle aule insegnanti, computer utilizzati in ogni aula per il registro elettronico.

    La maggior parte delle connessioni avvengono tramite rete cablata, alcune delle connessioni ai pc in aula avvengono tramite rete wireless

     

    Accesso ad Internet

    L’UTI del Noncello, in precedenza la Provincia di Pordenone, proprietario degli edifici dell'istituto, fornisce l'accesso ad Internet mediante la rete Fastweb. La larghezza di banda massima è pari a 20 Mbps, quella reale si attesta intorno a soli 7 Mbps, con frequenti episodi di blocco o di forte rallentamento nell’accesso a Internet. Il numero elevato di connessioni richieste (pc collegati alla rete, connessioni mobili dei docenti, connessioni temporanee agli studenti con la rete wifi) ha di fatto costretto l'istituto alla stipula autonoma di un contratto con un nuovo provider, Vodafone, il cui costo è stato parzialmente mitigato dal contributo del PNSD Azione #3, pari a € 1000. 

    Ora la larghezza di banda raggiunge i 100 Mbps grazie ad una connessione ADSL con tecnologia FTTS (la connessione alla rete avviene tramite un doppino di rame connesso ad una centralina di strada su cui arriva la fibra ottica). La connessione con Fastweb rimane attiva mantenendo una funzione complementare rispetto alla connessione a Vodafone. Così finalmente la normale attività didattica che comprende l’impiego di Internet, dall'impiego del registro elettronico all'utilizzo di documenti multimediali sul web, e la didattica basata sul BYOD sono finalmente possibili.

    E’ stato inoltre installato da parte di INSIEL nell’aula tecnica il router con la connessione diretta alla fibra ottica. La connessione non è però ancora stata attivata e l’istituto è in attesa di comunicazioni in merito da INSIEL stessa.

     

    Account utente

    Per accedere alla rete è necessario impiegare il proprio account utente: ogni account è formato dal nome utente e dalla password.

    Ogni insegnante, assistente tecnico e studente possiede un proprio account. La prima volta che si accede alla rete è necessario rivolgersi agli assistenti tecnici amministratori di rete. I collaboratori scolastici che hanno bisogno di accedere alla rete lo potranno richiedere agli assistenti tecnici che la amministrano.

    Il nome utente è formato dalle prime due lettere del nome più le lettere del cognome (senza spazi, senza apostrofo, senza accenti). Es.: se l'utente si chiama Lucio Dell'Ovo, il nome utente sarà ludellovo.

    Al primo accesso verrà chiesto di inserire la password; perciò, prima di connettersi, scegliere una password che non sia facilmente riconoscibile, seguendo queste indicazioni:

    • la password deve contenere almeno sei caratteri
    • è consigliabile utilizzare una combinazione di lettere maiuscole, minuscole e numeri
    • evitare di includere parte (o tutto) del nome utente nella password
    • evitare l'uso di associazioni di facile intuizione, quali il nome di un familiare

    Il nome utente non è sensibile alla differenza maiuscole/minuscole, la password invece sì.

    Il nome del dominio (l’insieme di risorse sulla rete) cui ogni utente può accedere è “Ipsiazanussi”.

    E’ assolutamente vietato prestare la propria password o utilizzare password altrui, né quelle degli studenti, né quelle del personale. Il mantenimento della segretezza della password garantisce che nessun altro utente potrà accedere ai documenti sulla tua cartella personale.

     

    Dati personali

    I propri documenti possono essere salvati direttamente sulla cartella “Documenti”. Tutti i file salvati su questa cartella saranno in realtà salvati sui server di rete, e saranno disponibili da qualsiasi macchina collegata alla rete locale didattica. Anche i dati salvati sul desktop saranno in realtà salvati sui server, e quindi saranno a disposizione “seguendo” l’utente nei propri spostamenti da una macchina all’altra. I dati salvati in queste aree saranno visibili e modificabili solo dall’utente che li ha generati. Gli amministratori della rete potranno comunque accedere a tutti i file memorizzati in rete, per garantire il corretto funzionamento della stessa.

    I dati degli studenti sono gestiti in modo diverso. Sono state create delle cartelle di classe, cui avranno accesso solo gli studenti della rispettiva classe, oltre ai docenti ed agli assistenti tecnici. I dati salvati sulla cartella Documenti, che gli studenti si trovano sul desktop, non saranno salvati sui server ma solo in locale, potendo quindi essere letti e modificati da chiunque.

     

    Regole comuni di accesso alla rete didattica ed a Internet

    1. E’ assolutamente vietato prestare la propria password o carpire password altrui pena la sospensione dell’accesso.
    2. Per impedire la diffusione di virus e per garantire il corretto funzionamento dei computer e della rete locale è vietato a tutti gli utenti di installare qualsiasi tipo di programma sui computer (compresi software demo, freeware o shareware, provenienti da qualsiasi fonte) senza il consenso degli assistenti tecnici elencati alla fine di questo documento.
    3. Non si possono impiegare supporti provenienti da fonti diverse dall'istituto, senza averli prima fatti controllare dagli assistenti tecnici, i quali verificheranno l'assenza di virus. Per lo stesso motivo è necessario controllare i file scaricati da Internet, in particolare i file eseguibili (.exe, .com, .bat) o altri file che possono contenere virus (come ad esempio i documenti ottenuti mediante Office.
    4. Ai sensi delle norme vigenti, è vietato installare e/o utilizzare software sprovvisto di licenza. Utilizzare quando possibile software freeware.
    5. E’ proibito cancellare, modificare o spostare cartelle o file non propri. Ogni utente ha delle limitazioni sia nell’accesso a file e cartelle non propri, sia nell'uso del sistema operativo dei computer; in questo modo il sistema è meno vulnerabile a danneggiamenti involontari o dolosi da parte di chiunque vi acceda.
    6. Ai sensi delle norme vigenti relative alla privacy, non possono essere inseriti nei computer e nelle aree della rete didattica dati sensibili. La rete della segreteria, contenente invece dati sensibili, è fisicamente disconnessa dalla rete didattica.
    7. I file giacenti sul disco rigido dei client della rete potranno essere cancellati senza preavviso e senza effettuare operazioni di backup. Per memorizzare propri documenti è necessario perciò utilizzare la propria cartella personale, la quale risiede sui server di rete, o altre risorse comuni sulla rete (come l’area comune IPSIA o le cartelle dei dipartimenti).
    8. L’utilizzo delle stampanti e dei computer può avvenire solo per soli scopi didattici.
    9. L’utilizzatore è ritenuto responsabile per eventuali danni arrecati alle apparecchiature, causati da uso improprio.
    10. Per motivi di sicurezza e al fine di garantire un corretto funzionamento del sistema tutte le attività svolte dagli utenti nei computer della rete didattica potranno essere oggetto di controlli e monitoraggi. Gli amministratori della rete potranno quindi accedere agli archivi elettronici.
    11. Internet può essere utilizzato per condurre ricerche e comunicare con altri nell'ambito delle attività scolastiche. Il personale della scuola e gli studenti sono responsabili del proprio comportamento in rete.
    12. Quando si accede ad Internet non è consentito:​
      1. utilizzare la rete per fini commerciali o professionali diversi da quelli didattici;
      2. utilizzare programmi di chat o messaggistica, nonché scaricare file video o musicali, a meno che non sia effettuato nell’ambito di specifiche attività didattiche;
      3. violare le leggi sul diritto d'autore e sulla proprietà intellettuale;
      4. spedire o mostrare messaggi o immagini offensive, molestare, insultare o attaccare altri, nonché usare un linguaggio osceno.
    13. Quando non si deve più utilizzare il computer, spegnerlo (Start, Chiudi sessione), oppure disconnettersi dalla rete (Start, disconnetti); questo impedirà che altri utenti accedano alle tue risorse di rete. I computer in biblioteca e sala insegnanti devono comunque essere spenti.
    14. Per ogni altro problema, ogni laboratorio ha le proprie regole, perciò fai riferimento ai rispettivi assistenti tecnici.

     

    Assistenti tecnici amministratori di rete

    Per qualsiasi informazione o richiesta o esigenza particolare riguardante l'utilizzo della rete, i permessi di accesso alle risorse, le politiche di sicurezza, rivolgiti ai seguenti assistenti tecnici, i quali svolgono attività di amministrazione della rete:

    • Roberto Valentini (polifunzionale 2, settore moda, biblioteca, aule insegnanti, pc del registro elettronico, segreteria, supporto agli altri laboratori);
    • Romano Zongaro (polifunzionale 1, aula integrazione, biblioteca, aule insegnanti, aula 10, pc del registro elettronico, supporto agli altri laboratori);
    • Antonio Paiotta (settore elettronico);
    • Giovanni Schito (settore meccanico e settore termico);
    • Valentino Zoldan (settore elettrico). 

     

    Rete Informatica



    Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.